Meditare correndo! Come trasformare la corsa in pratica meditativa…step by step

r-MEDITATION-IN-ACTION-large570Correre ha certamente  i suoi vantaggi: fa bene al cuore  e alla testa. Molti hanno trasformato la pratica del correre  in un’abitudine quotidiana. E mentre c’è molto da guadagnare dal compiere l’attività fisica, ci sono un sacco  di cose che stiamo perdendo, quando si scivola in uno stato semi-cosciente come quello del correre. E’ abbastanza normale che la mente divaghi, indipendentemente dal fatto che i pensieri siano legati alla corsa stessa, o a qualcosa di completamente separato. Ma l’unico modo per garantire che si sta eseguendo al meglio le nostre capacità,  quello di lasciare il pensiero “dietro” è consentire al corpo e alla mente di lavorare insieme con una particolare attenzione fisica e mentale insieme.. Continua a leggere

Facebooktwittergoogle_plus

Attraverso la Meditazione proviamo a sentire Ki energia

Ji-Gam  è un esercizio che  introduce la consapevolezza dell’energia Ki, attraverso l’esperienza diretta. Si tratta di un esercizio meditativo che sviluppa il sesto senso in modo che i professionisti possano sentirsi invisibili veicoli di  Ki-energia. Con la concentrazione e la volontà potrete scoprire un altro livello di consapevolezza; Ki-energia è accessibile tramite Ji-Gam

Cos’è Ji-Gam

Prima di questa performance, praticare alcuni esercizi dei Meridiani per rilassare il corpo.
Ji-Gam  si concentra sulle mani perché le mani sono la parte più sensibile del corpo.
Tenere le mani di fronte a voi in posizione di preghiera, con i palmi uno di fronte all’altro. Non permettere loro di toccarsi, ma lasciare almeno due centimetri di distanza tra loro. Concentratevi sulle vostre mani. (Mani, Mani, Mani)  La concentrazione è come un raggio di luce. Sentite la luce illuminare le mani. Sentirete delle sensazioni alle mani come: calore, una sensazione di formicolio o una sensazione di attrazione magnetica.
Ora immaginate che le vostre mani si stiano allontanando. Concentratevi sulle mani con un punto singolare di luce cosciente. Ora, saranno di nuovo insieme. Chiudi, pensa a chiudere, chiudi. Ben presto, le mani si riuniranno, senza sforzo alcuno nuovamente assieme.
Avanti, ora provate a creare una sfera di energia con la mente. Immaginate di essere in possesso di una sfera luminosa di luce nelle vostre mani. Sentire la consistenza di questa sfera, i suoi contorni, e la sua forma perfettamente rotonda. Fatela crescere e  riducetela. Giocate con delicatezza, senza mai lasciare la sensazione  che la senzione scompaia
Per concludere questa pratica, prendere qualche respiro profondo. Inspirare profondamente ed espirare……

Facebooktwittergoogle_plus