Meditazione e il Bardo Tibetano

Waterfall, Green Mountains, Vermont, USA

Waterfall, Green Mountains, Vermont, US  E noi faremo un lungo viaggio..

 

 

 

 

 

 

 

E noi faremo un lungo viaggio..quello che facciamo nel nostro mondo interiore; il mondo fuori non è che un velario da “circo”.

Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta: così come non credo che si viaggi per tornare. L’uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito; in realtà lui non si è mai mosso di là.

Da se stessi non si può fuggire!

Noi, nasciamo già con la nostra” valigetta” che ci portiamo appresso  nel viaggio: la casa della nostra anima. Ovunque noi andiamo non ci allontaniamo nè  ci avviciniamo a ciò che stiamo cercando; se sappiamo ciò che cerchiamo e già lì. L’abbiamo già trovato.
LA MEDITAZIONE   e   Bardo
Molti si chiedono che cosè la Meditazione.
Una semplice risposta  può essere: un intervallo, una pausa.
I buddisti lo chiamano “bardo” intervallo. Un istante intuitivo “l’identificazione con l’essere”

dreamstime_xxl_22037825

 

La vita è un’incalzare continuo, un correre. Quando il mattino, appena svegli non è che una sequenza di gesti ripetuti, e la sera quando ci aspetta l’intimità del sonno  e anche il sonno, il periodo “oscuro” delle nostre notti o i sogni, non  racchiudono più sorprese inaspettate, è giunto il momento per porci la domanda dell'”Io chi sono“e disinnescare il pilota automatico.

 

Continua a leggere


Gabriella
Fondatrice Spazio Dahn
via san Massimo,44 – tel 348.8420796
– info@meditazionetorino.com



Facebooktwittergoogle_plus