Meditazione: le immagini mentali

20970-immagini-mentali-e-meditazione

 

 

Meditazione: Le immagini mentali

 

 

Le immagini che si presentano alla nostra mente
possono sembrare elementi di distrazione.
In realtà aiutano a raggiungere uno stato di concentrazione interiore maggiore.
Secondo le varie meditazioni, molto differenti fra loro, le immagini mentali
distolgono dai pensieri e dalle preoccupazioni. Utilizzando un oggetto
con la più totale attenzione, come ad esempio una candela accesa o al proprio respiro
e poi chiudere gli occhi , si esclude dal proprio campo di coscienza qualunque altro pensiero; si possono osservarle semplicemente e poi lasciarle andare.

Il primo passo è proprio quello di osservare i contenuti della mente e osservarli senza giudicare.. non modificarli e lasciarli andare.

Alimentare una certa tolleranza verso sè stessi fino ad assumere un atteggiamento compassionevole e comprensivo al di là di ogni identificazione è lo scopo, così da poter controllare meglio la “nostra” mente.
Inoltre si possono “usare” immagini che curano, ovvero sia cariche di un potenziale emotivo, tale da influenzare i nostri stati d’animo e nutrire il nostro “benessere” e gestire meglio lo stress.

Spazio Danh può offrire tutto questo. Un luogo di pace dove
oltre alle tecniche di rilassamento, gestione dello stress e l’immaginazione attiva, troverete aiuto nell’ individuare quale meditazione è più indicata al vostro caso, ed orientarvi verso un cammino di consapevolezza e crescita interiore.

Se volete saperne di più leggi le offerte e le proposte individuali e collettive del nostro
sito, ogni giorno sarai aggiornato sulle novità e ciò che vi è di più attuale per discoprire le tue potenzialità e capacità inimmaginabili che la scienza non smette di dimostrarci.
Molte risorse dell’uomo sono ancora da svelare e ognuno può manifestarsi nel modo più inaspettato.


Gabriella
Fondatrice Spazio Dahn
via san Massimo,44 – tel 348.8420796
– info@meditazionetorino.com



Facebooktwittergoogle_plus

La meditazione è il vero segreto

Can-Meditation-Brain-Younger

Interrompere una cattiva abitudine? diciamocelo, non è facile! Per fortuna può venirci in aiuto la meditazione consapevole.

La scrittrice Laura Harvey,  in una sua intervista all’HuffPost, racconta di come grazie alla meditazione consapevole (Mindfulness) sia riuscita a liberarsi definitivamente dalla sua dipendenza dal fumo: “C’è voluto un grandissimo impegno, ma è stato determinante ascoltare il mio dialogo interiore. E’ stato un esercizio di consapevolezza. All’inizio continuavo a ripetermi che non potevo rilassarmi senza una sigaretta …e cose del genere.
Poi ho capito che quando ci fermiamo per un attimo a cercare di guardare quello che succede (dentro) nella nostra mente, scatta qualcosa di indipendente da noi e  proprio quando crediamo di avere gettato la spugna, sorprendentemente emerge in noi una volontà altra che ci riscatta e ci rende capaci di prendere in mano il nostro “potere”, cambiare le nostre abitudini, soprattutto quelle che ci fanno più male e danneggiano la nostra salute.”

Qui sotto ci sono quattro tipi diversi di stress che possono cambiare la funzione del cervello.
Quando siamo stressati possiamo diventare irritabili e scontrosi: un segno dell’effetto distruttivo delle molecole del nostro cervello. Un enzima attivato dallo stress, attacca la molecola nell’ippocampo che è responsabile della regolazione sinapsi.
Continua a leggere


Gabriella
Fondatrice Spazio Dahn
via san Massimo,44 – tel 348.8420796
– info@meditazionetorino.com



Facebooktwittergoogle_plus

Mindfulness -meditare con i bambini

n-CHILD-MEDITATE-large570

 
Meditare-Mindfulness con i bambini,molto spesso, aiuta ad affrontare elevati livelli di stress durante l’infanzia. Un recente studio dell’Università di Florida, ha trovato che gli eventi stressanti possono influenzare la salute del bambino e del benessere quasi subito , e possono contribuire allo sviluppo di problemi di salute fisica e mentale e difficoltà di apprendimento.

Sonia Sequeira , Ph.D. , Translational Research Assistant Manager al Memorial Sloan – Kettering Cancer Center , ha praticato yoga e  tao meditazione per quasi 20 anni, e con   con i suoi figli, per anni . Ora, nel suo lavoro,  lei adotta  pratiche contemplative per bambini dai 3-18  anni, che stanno lottando con autismo, e altri problemi di salute fisica e mentale.

Utilizzando i mantra e il canto con i bambini si ottiene una risposta immedita. Continua a leggere


Gabriella
Fondatrice Spazio Dahn
via san Massimo,44 – tel 348.8420796
– info@meditazionetorino.com



Facebooktwittergoogle_plus

Aumenta la tua energia: tecnica respirazione addominale Dahn Jon

“Quando sperimentiamo il dolore, spesso tratteniamo il fiato, il che può contribuire all’infiammazione attraverso il rilascio di cortisolo, dell’ormone dello stress”, dice l’esperta di wellness Jane Pernotto Ehrman.

Se impariamo a rilassare il respiro possiamo viceversa raggiungere uno stato di profondo benessere.

Prova a chiudere gli occhi e immaginare il tuo corpo rilassato, come se respirasse attraverso la pancia, con tranquillità. Fai così: inspirando espandi, espirando rilascia. Quindi immagina di “lasciare” il  dolore a ogni espirazione. Più a lungo espiri, più si stimoli il nervo vago nel cervello. In questo modo il cervello “capirà” che gli stai dicendo che sei in un “ambiente sicuro” dice lo psicologo di Chicago Michael Merrill, PhD.

Ti descrivo di seguito una semplice tecnica di Respirazione Addominale che ti aiuterà se la praticherai per pochi minuti al giorno con regolarità.

Come metterla in pratica: con una mano sul petto e l’altra sul ventre, fai un respiro profondo attraverso il naso; gonfia con aria sufficiente assicurandoti che sia il diaframma (non il petto) a riempirsi come un palloncino, affinchè si crei un vuoto nei polmoni. L’obiettivo è eseguire la tecnica facendo da 6 a 10 respiri profondi al minuto, per 10 minuti ogni giorno. Immediatamente otterrai una riduzione della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, dice McConnell. Se continui per 6-8 settimane, puoi incrementare ancora i benefici.

Quand’è che funziona meglio: prima di un esame, o qualsiasi evento stressante.
Per aiutarti ad addestrare il respiro, possono esserti utili strumenti di biofeedback come il libro” Breathe Strong” di McConnell, che può aiutare la “passeggiata” del respiro ovunque ti trovi.

Tecnica di respirazione addominale

Respirazione addominale


Gabriella
Fondatrice Spazio Dahn
via san Massimo,44 – tel 348.8420796
– info@meditazionetorino.com



Facebooktwittergoogle_plus

Meditazione ” Antiinvecchiamento” YIN GONG

donna yogaSei interessata ad ottenere il massimo,  dall’ultimo terzo della tua vita? Usa al massimo il potenziale del tuo cervello per invecchiare con successo.
Oggi festeggiamo il cervello più vecchio e le sue uniche capacità, offrendo consigli pratici per mantenere e accentuare i suoi attributi. La verità circa l’invecchiamento cerebrale è semplice ma straordinaria:  non si perde l’acutezza mentale invecchiando!

 Trovi qui riuniti  il meglio di una tradizione unica di principi taoisti e yoga.  Un estatico  yin gong  di esperienza meditativa e visiva tramite un’immagine  potente: la  geometria Sacra del Telesma (chiamata Particella di Luce)  progettata appositamente,  per suscitare sensazioni di beatitudine,  calmare la mente, e rilassare il corpo.

cervello greenQuesto adattamento si avvale di tecniche di meditazione in un ambiente morbido e sicuro,  per riattivare il sistema nervoso parasimpatico, richiamando l’attenzione e la coscienza verso l’interno del paziente, piuttosto che concentrarsi su stress  e  paure, che abitano al di fuori e che influenzano negativamente.

 
Facebooktwittergoogle_plus